agenzia gestione affitti brevi roma

Cosa succede se non paghi un rimborso Airbnb

SOMMARIO

Introduzione

Sei un host Airbnb e hai ricevuto una richiesta di rimborso, quindi ti chiedi: cosa succede se non paghi un rimborso Airbnb? Gestire le richieste di rimborso può essere una sfida delicata. È essenziale comprendere non solo le procedure tecniche stabilite da Airbnb in caso di mancato pagamento di un rimborso, ma anche valutare l’impatto che queste decisioni possono avere sui propri affari e sulla reputazione. Questo articolo mira a esplorare entrambi gli aspetti, fornendo agli host strumenti per navigare efficacemente queste situazioni complicate.

La Procedura di Rimborso su Airbnb

Conoscere i passaggi di questa funzione del famoso portale di prenotazioni è fondamentale per poter influenzare efficacemente il risultato. Ecco come funziona dal punto di vista tecnico:

  1. Richiesta Iniziale dell’Ospite: L’ospite può iniziare la procedura di rimborso attraverso la piattaforma Airbnb, di solito motivando la richiesta con problemi specifici relativi al soggiorno. L’host ha 72h di tempo per rispondere, ma attenzione: se l’assistenza Airbnb scrive un messaggio potrebbe accorciare questa finestra fino a sole due ore di tempo.
  2. Comunicazione e Negoziazione: Airbnb facilita la comunicazione tra ospite e host per cercare di raggiungere una soluzione amichevole. Durante questo processo, entrambe le parti hanno l’opportunità di presentare la loro versione dei fatti e negoziare un eventuale accordo.
  3. Intervento di Airbnb: Se non si raggiunge una soluzione, Airbnb può intervenire direttamente. La piattaforma esaminerà le prove fornite da entrambe le parti e deciderà se il rimborso è giustificato in base alle sue politiche e termini di servizio.
  4. Decisione Finale: Se Airbnb stabilisce che il rimborso è dovuto, l’host può essere obbligato a pagarlo. La decisione di Airbnb è generalmente considerata definitiva e vincolante per entrambe le parti.

A Quanto Ammontano i Rimborsi che l’Ospite Può Ottenere su Airbnb?

Abbiamo parlato delle diverse fasi di una richiesta di rimborso Airbnb. Un altro aspetto che è fondamentale conoscere è l’entità dei rimborsi a cui un ospite potrebbe avere diritto. Ecco alcuni esempi comuni:

  1. Problemi di Viaggio di entità lieve: Per inconvenienti minori, Airbnb potrebbe concedere all’ospite un rimborso del 15% del valore delle notti usufruite.
  2. Problemi di Viaggio Più Importanti: In situazioni più serie, come un condizionatore rotto, Airbnb può arrivare a rimborsare il 30% del prezzo totale delle notti usufruite. Questo è uno dei casi più frequenti.
  3. Problemi di Viaggio Molto Seri: Per problemi gravi come la mancanza totale di elettricità o acqua calda, Airbnb può rimborsare fino al 50% del valore delle notti usufruite.
  4. Impossibilità di Accedere all’Alloggio: In caso di impossibilità di accedere alla struttura dovuta a problemi dell’alloggio stesso, Airbnb potrebbe autorizzare un rimborso totale. Tuttavia, se l’impossibilità di accesso è causata dall’ospite (ad esempio se ha spezzato le chiavi nella serratura), sarà l’ospite stesso a dover coprire i danni e non ci sarà alcun rimborso.
  5. Problemi di Pulizia: Se l’ospite incontra problemi di pulizia, Airbnb può rimborsare il costo delle pulizie, a condizione che tale costo sia stato impostato dall’host.
  6. Rimborso totale: ricordate che non esiste il rimborso totale per le notti usufruite. Se l’ospite decide di rimanere nell’alloggio anche di fronte ad un problema di viaggio grave, il 50% del prezzo dell’affitto è il massimo che può ottenere. Se invece decide di andarsene per un problema di viaggio, può ottenere un rimborso totale per le notti non usufruite.
  7. Rimborso per le cancellazioni: i rimborsi per cancellazioni seguono le regole della tua politica di cancellazione. Non c’entrano niente con i rimborsi per problemi di viaggio e vanno trattati separatamente. Ne parliamo in questo articolo.

Sapere cosa succede se non paghi un rimborso Airbnb e conoscere queste linee guida può fornire agli host un vantaggio significativo nella negoziazione con gli ospiti e aiutare a gestire le aspettative in modo efficace. Per maggiori informazioni sui “problemi di viaggio” puoi consultare il knowledge base di Airbnb a questo link.

Gestire i Rischi di una Cattiva Recensione

Cosa succede se non paghi un rimborso Airbnb

1. Gestire il Rifiuto di un Rimborso

Quando si rifiuta una richiesta di rimborso, è importante considerare che Airbnb potrebbe comunque procedere a un rimborso forzato se l’ospite dimostra la validità del suo reclamo. D’altra parte, concedere un rimborso non assicura una recensione positiva. Ecco alcune strategie da considerare:

  • Combattere una Richiesta di Rimborso Ingiusta: Se credi che la richiesta di rimborso dell’ospite sia ingiusta, puoi difenderti attivamente. Quando ricevi il primo messaggio di lamentela, offriti immediatamente di verificare la situazione. Ottieni l’autorizzazione per accedere alla proprietà e, una volta lì, risolvi il problema o verifica che non esista. Raccogli prove fotografiche e condividile tramite la chat di Airbnb, tenendo l’assistenza informata. Se l’ospite non ti permette di risolvere il problema, le sue chance di ottenere un rimborso diminuiranno drasticamente.
  • Risposta a Reclami Ripetuti: Se l’ospite continua a segnalare il problema, offriti di ritornare per un controllo. Se non è possibile, ricorda all’ospite le azioni già intraprese. Dopo la partenza degli ospiti, esegui un ulteriore controllo, documenta tutto con fotografie e condividile sulla chat di Airbnb.

Adottando queste pratiche, ridurrai le probabilità che Airbnb conceda un rimborso in assenza di un problema reale, oppure nel caso in cui tu riesca a risolverlo rapidamente. Comunica sempre con gentilezza, mostrando empatia ma senza ammettere problemi inesistenti. L’obiettivo è evitare di metterti in contrapposizione con le altri parti in causa (l’ospite e Airbnb) dimostrando sempre un’attitudine proattiva e empatica nei confronti delle difficoltà del tuo ospite.

2. Concedere un Rimborso

In alcuni casi, potresti trovarti di fronte a una situazione in cui è necessario emettere un rimborso:

  • Gestire Situazioni in cui è Necessario un Rimborso: Se qualcosa nella tua proprietà non funziona, è giusto emettere un rimborso. L’obiettivo qui è proteggersi da una recensione negativa. Esprimi comprensione e informa l’ospite sui rimborsi generali previsti dalle politiche di Airbnb. Spiega come e perché stai emettendo un certo rimborso. Prima di procedere, assicurati di farti dare conferma dall’ospite che accetta il rimborso a compensazione del danno. Inoltre fai sapere all’ospite che non solo ti preoccupi del suo benessere, ma che tieni anche alla tua reputazione. Questo può motivare l’ospite a lasciare una recensione più positiva se la situazione si conclude amichevolmente.

Conclusione Su Cosa Succede se non Paghi un Rimborso Airbnb

Gli host su Airbnb devono essere abili negoziatori, bilanciando i propri interessi economici con la gestione della reputazione online. Comprendere le procedure di Airbnb e valutare l’opportunità di ogni decisione è fondamentale per mantenere un profilo di successo sulla piattaforma. Ricorda sempre che il successo in questo settore somiglia a vincere una maratona, non una corsa dei cento metri. Avere buone recensioni ti farà guadagnare di più alla lunga rispetto a cercare di risparmiare su un rimborso.

Vademecum 1 - Affitti Brevi o Affitti tradizionali?
Vademecum 2 - Burocrazia: Faccio Casa Vacanze o Affitti Brevi?
Vademecum 3 - Quale Agenzia di Gestione Affitti Brevi Scegliere?
La Manutenzione negli Affitti Brevi e Case Vacanze
Revisione Generale dell'Imposta di Soggiorno: Audizioni in Senato
Affitti Brevi: Fattura, Locazione ad Aziende e Cedolare Secca
Subaffitto Airbnb: la Formula Rent to Rent
Split Fee Airbnb: La Commissione Airbnb per Host
Commissioni Airbnb e Booking: che Differenza c'è tra i Due Siti per Affitti Brevi?
Quanto si Guadagna con l'Affitto Breve?
× Chatta con Noi